Il Roller Ritrova la Vittoria!!!!!

Il Roller Bassano ritrova i tre punti

ZETAMEC ROLLER BASSANO – CREDIT AGRICOLE SARZANA = 9-4 (6-1, 3-3)
Zetamec: Comin, Pelva (C), Panizza, Fraccaro, Dal Monte – Zen, Sgaria, Tottene, Bergamin, Bombieri – All. Zanfi
Credit Agricole: Bandieri, Sterpini (C), Fioravanti, Ungari, Petrocchi – Zanfardino, Tavoni, Tonelli, Del gatto, Pelaia – All. Berretta
Marcatori: 1t: 8’52” Panizza (B), 10’41” Zen (B), 8’10” Fraccaro (B), 20’52” Sgaria (B), 21’00” Zen (tir.dir:) (B), 21’28” Zen (B), 24’32” Fioravanti (S) – 2t: 8’25” Dal Monte (tir.dir) (B), 10’05” Fraccaro (B), 15’42” Fraccaro (B), 18’03” Sterpini (S), 20’54” Petrocchi (S), 23’57” Fioravanti (S)
Espulsi: 1t 8’10” Zanfardino (2′) (S), 21’00” Ungari (2′) (S) – 2t: 7’20” Comin (2′) (B)
Arbitro: Sergio Nicoletti di Castelgomberto (VI)

Partita delicata per il Roller, meno per il Sarzana. Il Roller doveva uscire dall’empasse delle prime due partite/sconfitte, umilianti nel passivo dei gol per una squadra che aveva abituato il pubblico a vittorie e, se sconfitte, tirate e limitate.

Il Sarzana con i 4 punti all’attivo dovuti ad una vittoria, un pareggio ed una sconfitta onorevole in casa del Pieve, non aveva che da dimostrare il valore di un impianto basato sull’ossatura costituita da due atleti importanti Sterpini e Fioravanti, da una saracinesca in porta e da un gruppetto di ragazzi promettenti.

In settimana la dirigenza Roller aveva sentito la squadra, cercando di sondare le loro sensazioni. L’incontro è stato ritenuto positivo, rassicurante, ragionato ed ha ridato sicurezza a tutto il gruppo.

L’inizio della partita è stato tirato, le difese rigide, il gioco tipico di chi vuol imporre il predominio fino a che non sono fioccate, a grappolo, le reti, ad opera del Roller, con Pietro Zen in stato di grazia, imitato da Michele Panizza, Alberto Fraccaro, il capitano Edo Pelva in testa, Guido Sgaria, Pippo Dal Monte, Mattia Tottene,  Davide Bergamin.

La difesa, punto debole del Roller, almeno fino a metà del secondo tempo, quando cioè stanchezza e decisioni arbitrali non condivisibili dagli atleti e dal pubblico non hanno creato strascichi ad una partita fino al allora maschia, spumeggiante, ha tenuto l’urto degli avversari, dimostrando cattiveria, lavoro di gruppo. Il primo tempo è terminato 6 a 1 per il Roller, con il gol subito a fine tempo, dovuto essenzialmente ad un infortunio subito dal portiere Nicola Comin (perfetta la sua partita).

La ripresa ha evidenziato il continuo predominio del Roller. La partita è scivolata via su questi binari fino al 7 a 1 e fino a che l’arbitro non ha assunto delle decisioni discutibili in quanto spinte forse da un eccessivo protagonismo, tali da non vedere alcune situazioni evidenti e da portare al blu nei confronti di Nicola Comin al momento di parare una punizione. La decisione ha creato apprensione, finita però in sollievo ed applausi quando il numero 51, Jacopo Bombieri, ha parato  il tiro diretto di Fioravanti ed altre occasioni di punizioni di prima o tiri in porta, soccombendo solo su un forte tiro da fuori, radente il palo ed un paio di altre occasioni. Ma la partita era già in saccoccia Roller, al punto da finire 9 a 4.

Bel risultato, bella dimostrazione di cosa il Roller può dimostrare in campionato. Il Roller ci ha fatto rivedere il suo volto.

E sabato, ore 17.30, a Forte dei Marmi. Partita tradizionalmente dura, ma se il Roller dimostrerà la concentrazione, la grinta, la coesione, il gioco visto sabato scorso, non ce ne sarà per nessuno. O quasi.