Roller Bassano 3-1 Molfetta

Sabato 23 novembre 2019 – ore 20:45 – Area Caneva di Bassano (VI)
ZETAMEC ROLLER BASSANO – ESTRELAS MOLFETTA = 3-1 (1-0, 2-1)
Zetamec: Comin, Pelva (C), Panizza, Fraccaro, Dal Monte F – Tottene, Marangoni, Zen, Bergamin, Bombieri – all. Zanfi I
Estrelas: Belgiovine, Allegretta, Bavaro, Sinisi (C), Santeramo – Turturro Ang, Brio, Capurso, Lanza – All. Marzella
Marcatori: 1t: 23’13” Pelva (B) – 2t: 2’18” Bavaro (M), 22’58” Dal Monte F (tir.dir) (B), 24’19” Zen (tir.dir) (B)
Espulsi: 2t: 5’45” Sinisi (2′) (M), 18’59” Marangoni (2′) (B), 24’19” Santeramo (2′) (M)
Arbitro: Sergio Nicoletti di Castelgomberto (VI)

CLASSIFICA GENERALE – http://hockeypista.fisr.it
Squadra Punti Partite giocate Differenza gol Ultime 3 gare
1 Edilfox Grosseto 16 6 29 V-V-V
1 Symbol Amatori Modena 16 6 24 V-V-V
3 Pieve 010 Cremona Hockey 15 7 6 V-V-P
4 Zetamec Roller Bassano 12 7 7 V-S-V
4 Estrelas Molfetta 12 7 4 S-V-S
6 Hockey Thiene 9 6 -2 V-S-S
7 GSH Trissino 8 7 -2 V-S-P
8 Montecchio Precalcino 7 6 -2 P-S-V
9 Credit Agricole Sarzana 2 6 -19 S-S-P
10 GSH Pordenone 1 6 -13 S-S-P
10 SGS Servizi Forte dei Marmi 1 6 -31 S-S-S

Cambio della guardia in Serie A2: il Cremona impatta a Trissino (3-3) e riapre i giochi alla coppia Grosseto e Modena, vittoriose ancora nella settima giornata. 11-0 il passivo rifilato dall’Edilfox all’ultimo SGS Servizi Forte dei Marmi (Capitan Gemignani autore di 5 reti), mentre il Symbol Amatori Modena sotto i colpi dei bomber Montivero e De Tommaso piega il quotato Thiene per 7-3). Lo Zetamec Roller Bassano per la prima volta è quarto acchiappando il Molfetta sconfitto all’Area Caneva per 3-1. Pareggiano 2-2, le ultime in classifica Sarzana-Pordenone.

HRB vs. Estrelas Molfetta
Partita dura, senza tregua, aperta a qualsiasi soluzione, decisa negli ultimi tre minuti dalle punizioni, trasformate dal Roller.Il primo tempo è iniziato in modo aggressivo, con palle tenute a lungo, timore da una parte e dall’altra che l’avversario facesse gol. Si è arrivati così al 23’ quando il capitano del Roller, Edoardo Pelva, con un tiro violento dalla media distanza, centrava palo interno e entrava in rete . Da lì la partita ha preso un tono non solo aggressivo, ma con continue proteste da parte pugliese sfociate, nel secondo tempo, all’espulsione di Sinisi, dopo che Bavaro aveva pareggiato le reti.
Il clima pesante, sia da parte della panchina del Molfetta che di alcuni giocatori, è continuato, con richiami da parte arbitrale.
Si è così arrivati, in un clima decisamente troppo teso, agli ultimi tre minuti quando Pippo Dal Monte trasformava splendidamente il tiro diretto e, analogamente faceva Pietro Zen. Eravamo a 40 secondi dalla fine della partita, ma il tono non si è smorzato, continuando anche nei sotterranei e negli spogliatoi.
Partita che lascia l’amaro in bocca, non per il gioco sviluppato dal Roller che, anzi, ha dimostrato di tornare il Roller aggressivo e coriaceo, a tratti anche dal bel gioco, ma perché si vorrebbe gustare un clima sereno, di bel gioco. Di clima violento ce n’è già troppo fuori dalle piste che non occorre portarlo anche dentro.
Ora Il Roller è quarto in classifica (12 punti), precedendo il Molfetta per differenza reti. L’accesso alle finali di Coppa Italia è riservato alle prime quattro squadre che saranno tali al termine del girone di andata. Bisognerà fare i conti con le avversarie (Roller sabato prossima farà visita al Cremona, terzo a 15 punti) e con i riposi forzati, dati dal ritiro del Prato. Tralasciando le prime per vocazione (Modena e Grosseto), la corsa si fa su Cremona, Molfetta e Thiene ( 9 punti).